Metodo Stazzi

Metodo di riabilitazione visiva della Dott.ssa Marina Stazzi 
Metodo riabilitativo per l’integrazione visiva del sistema magnocellulare

È un metodo che nasce da più di dieci anni di osservazione dei miei pazienti e di ricerca in ambito ortottico, educativo e tiflologico.

Il Metodo utilizza il sistema visivo, la propriocezione e l’esterocezione visiva e la localizzazione del corpo nello spazio per il miglioramento delle abilità visive.
È una proposta riabilitativa e di potenziamento applicabile a tutti quei soggetti, in età evolutiva o adulta, che presentano difficoltà visive di fissazione, inseguimento, movimenti oculari, saccadi, pianificazione e controllo visivo nello spazio, creazione e utilizzo delle immagini mentali e uso delle informazioni visive nella lettoscrittura, nello sport e nelle diverse attività della vita quotidiana, disgrafia.
Tali difficoltà spesso sono accompagnate da affaticabilità, ridotta capacità attentiva o inibitoria, visione fluttuante, perdita della riga nella lettoscrittura, difficoltà nella localizzazione spaziale, difficoltà a stare nel quadretto o nella riga, difficoltà a copiare dal lontano al vicino, posizioni compensatorie del capo, difficoltà nell’affollamento del testo.
Gli operatori della riabilitazione che applicano il Metodo possono rilevare tali difficoltà in molte situazioni, sia in età evolutiva, sia nei soggetti adulti. Per esempio sono presenti in bambini con dislessia, disprassia, disgrafia e in soggetti adulti con astenopia occupazionale, esiti di lesioni cerebrali. Viene anche utilizzato per migliorare le performance visive in particolari condizioni atletiche. Il metodo viene continuamente rivisitato e aggiornato.

La riabilitazione deve essere continuativa per un periodo breve e limitato e il paziente, al termine del potenziamento delle abilità visive, dovrà eseguire a casa degli esercizi di mantenimento e presentarsi a successivi controlli in studio, per poi proseguire il percorso terapeutico con altri specialisti, se necessario.

Si consigliano visite oculistiche periodiche per valutare la salute dei nostri occhi, diagnosticare eventuali malattie, spesso silenti, che non danno segni e sintomi (es. glaucoma, degenerazioni retiniche o corneali…).